«MAN MANO ha lo stesso significato di PIANO PIANO?». QUASI QUASI te lo spiego… PASSO PASSO

Questo video nasce per rispondere a una domanda di Lejla: «Ciao prof, grazie per la tua ottima spiegazione però mi è venuta in mente una domanda. Man(o) mano ha quasi lo stesso significato come piano, piano?»

Quasi quasi te lo spiego.

Quasi quasi….bellissimo!
– Quasi quasi esco (forse esco… non ho ancora deciso, ma penso proprio di sì)
– Quasi quasi cambio, così non è possibile andare avanti
– Quasi quasinon ci credo (mi viene voglia di non crederci)
– Sai che mi piace questo posto? Quasi quasi resto qui!
– Quasi quasi sembra di sentire il profumo del mare
– Quasi quasi si lavora meglio a casa che in ufficio.

Allora… “man mano” è uguale a “piano piano”? Risposta istintiva: NO! Ci sono, però, dei punti in comune. C’è per esempio la gradualità, la progressione, un avanzamento.
“Piano piano” c’è il chiaro riferimento al ritmo, alla velocità di questo avanzamento. La progressione è lenta.

Piano è il contrario di veloce. Se vado “piano piano” enfatizzo la lentezza di questo procedere. “Piano piano” può essere inteso anche come un invito alla calma, alla moderazione.

Se dico “man mano” scompare del tutto il riferimento alla velocità, resta solo l’avanzamento. Come avviene questo avanzamento? Rapidamente, lentamente. Non si sa. Allora “man mano” è più simile a un’altra locuzione che abbiamo già visto: “passo passo”, anche se “passo passo” mi fa venire in mente una progressione attenta, metodica:
– seguo le istruzioni passo passo
– ti aggiorno passo passo sugli sviluppi della situazione
– controllo passo passo i cambiamenti.

Speriamo di riconquistare man mano i nostri spazi di libertà (un po’ per volta)
Questo canale youtube è diventato man mano più grande e più bello e man mano ha subito dei cambiamenti.
Questa comunità è diventata man mano una parte sempre più importante della mia vita.

Come sempre ti invito a commentare: man mano che arrivano i commenti, io rispondo! Buona visione! CIAO! Roberto. Un Italiano Vero – Lezioni di lingua italiana

Pomeriggio: compiti (prima) e video (dopo)

Che ore sono?
Adesso in Italia è l’una (di pomeriggio).
Fra poco faccio i compiti con mio figlio.
Nel pomeriggio (alle cinque, più o meno) inizierò a registrare il nuovo video. Chiarirò un dubbio riguardo alla differenza fra “man mano” e “passo passo” E… quasi quasi… presento anche la locuzione “quasi quasi”. 🙂
Ciao! A dopo!

La diretta e la mano

Buongiorno! Buon lunedì e buona settimana. La diretta di oggi inizierà alle 7:30.
In giornata registrerò il primo video dedicato alle espressioni con la parola mano. Ce ne sono tantissime, centinaia!


Ne vuoi scrivere una, una sola, che usi particolarmente? Una che ti piace tanto? Oppure una che senti o leggi, ma di cui non capisci bene il significato?
In passato abbiamo parlato dell’usatissima espressione: “Mettere le mani avanti“. A dopo, per la diretta! A presto, per il video registrato.

 

 

 

A tuo rischio e pericolo – Il troppo stroppia – Questi tempi infetti «hanno scoperchiato le anime»

Benvenuti nella diretta di domenica 26 domenica 2020. Buona domenica a tutti! Grazie ad Andrei dalla Russia per la copertina. La diretta di ieri è durata due ore: uno sfinimento per voi che l’avete vista! Quella di oggi dura un po’ meno. Solo un po’!

1:00 – Presento l’espressione “A tuo rischio e pericolo”
4:18 – “Il troppo stroppia” – L’esagerazione storpia, deforma, rende brutta una cosa.
8:20 – Ho mostrato un coperchio. Ho presentato un coperchio perché, secondo un mio caro amico, “questi tempi infetti hanno scoperchiato le anime”, cioè non ci hanno reso né peggiori né peggiori, ma hanno manifestato chi noi siamo veramente.
14:53 – Nessuno ha la verità in tasca.
16:45 – Purtroppo non riesco più a rispondere ai commenti e questa cosa mi FA SOFFRIRE https://www.youtube.com/watch?v=boymY7-e-YM
18:55 – Una persona COLTA è ISTRITA, ERUDITA.
22:11 – Ormai è un vero “endorsement”. Per chi? …ma prima di tutto: come si dice “endorsement” in italiano? Si dice… “endorsement”!!! UIV ha fatto un vero endorsement per Vittorio Sgarbi e il suo canale youtube!
27:00 – “Che tu ci creda o no” https://www.youtube.com/watch?v=NPJOSXTP_Lw 42:55 – “DE” non esiste!
45:35 – Impara, assieme all’aggettivo possessivo, anche l’articolo determinativo corrispondente, che spesso serve! https://www.youtube.com/watch?v=L_g1qsUQmDc
59:49 – A Bergamo e a Brescia non si parla, si canta! E qui inizio a imitare l’accento vagamente bresciano e bergamasco. https://www.youtube.com/watch?v=MLqTG3pudo0
1:05:10 – Se c’è un pronome personale solo prima del nome al modo indicativo, quel pronome ha la vocale finale “i”, non “e”: MI TI SI CI VI. https://www.youtube.com/watch?v=TaedswhzhbA

Oggi, solo buone notizie! Nessuna denuncia!

Ciao! Anche oggi volevo  brontolare… …volevo, imperfetto, tempo passato… prima. Volevo brontolare, ma poi… ho cambiato idea. Perché? Perché ho ricevuto una foto, che ho voluto far diventare la copertina della diretta di oggi.
Questa foto ritrae un’alba brasiliana, l’alba brasiliana di ieri della regione di Santa Catarina.
Nella diretta di oggi abbiamo parlato di questo articolo: “Sul web l’Italia migliore, il sito di buone notizie nato in Sicilia
Complimenti per l’idea a Salvatore Ducato e tanti auguri di buon lavoro per la sua… “storia diverSa”: http://www.unastoriadiversa.it
Buona visione!
CIAO!
Roberto. Un Italiano Vero – Lezioni di lingua italiana

 

Il brontolone si lamenta, il genio… si ingegna! – #BuongiornoBuongiorno 21/04/2020

Nella foto della copertina c’è il primo piano, l’immagine ravvicinata di un pennello. Sì, ieri ho fatto l’imbianchino. A casa mia.

In questi giorni brontolo. Sì, esiste il verbo “brontolare”. Chi brontola sempre? Il brontolone. Il brontolone ama brontolare, per lui brontolare è un vizio ed è un’arte – “arte”, con mille virgolette – fine a se stessa. Brontola per il gusto di brontolare, si lamenta per questo o quel motivo con questa o quella persona (o con nessuno in particolare), perché c’è sempre qualcosa che non va, che non gli piace, con cui non è d’accordo. Ci sono persone che, invece, al posto di brontolare, si ingegnano, cioè usano le proprie capacità, la propria intelligenza, per arrivare a una soluzione, per raggiungere un obiettivo, anche e soprattutto quando quell’obiettivo viene reso difficile dalle situazioni contingenti. Sicuramente, chi si è ingegnato è la persona che ha ideato una soluzione per garantire la possibilità di riaprire le spiagge quest’estate. Leggi qua! “Box in plexiglass tra gli ombrelloni: «Così garantiamo la sicurezza ma facciamo ripartire il Paese»” Per ingegnarsi non serve essere un genio. Un genio è… un’entità astratta (il genio della lampada, Aladino!) oppure una persona, che ha dette dote uniche e che, proprio grazie a quelle capacità clamorosamente elevate, riesce a realizzare delle opere di rarissima bellezza ed importanza. Buona visione!

DI PIÙ, IN PIÙ, TUTT’AL PIÙ

Che differenza c’è fra “di più” è “in più”? Più di un caro studente mi ha fatto questa domanda. Ecco la mia spiegazione e qualche esempio:
00:12 – Dieci minuti e non di più.
00:52 – Vuoi saperne di più?
1:22 – È usato di più (maggiormente)
1:57 – Il cibo costa di più.
2:06 – Tu spendi di più adesso al supermercato?
2:14 – Paghi di più le stesse cose che prima costavano meno
2:32 – Tu vorresti studiare di più
2:43 – Anch’io vorrei fare di più
2:59 – Si può dare di più, come cantavano Morandi, Ruggeri e Tozzi!
3:20 – La situazione era già complicata prima, adesso ancora di più.
3:42 – In più (inoltre) adesso ti dico quando usare “in più”)
4:38 – “Ci sono 80 morti in più rispetto a ieri”. C’è un rapporto, c’è un numero, c’è un rapporto fra due valori.
5:19 – Quanta gente in più si sposterà nel giorno di Pasquetta?
6:09 – “Avremo un anno in più / di più”
6:50 – Il mondo rischia mezzo miliardo di poveri in più.
7:24 – Un milione di bambini in più rischiano di cadere in povertà assoluta.
7:10 – In Veneto 50% di multe in più in sette giorni .
7:18 – Un milione di bambini in più rischiano di cadere in povertà assoluta
7:40 – Devo dirti una cosa in più.
8:05 – Ti porto gli spaghetti e ti chiedo… ne vuoi di più?
8:19 – Ho preparato gli spaghetti e in più c’è l’insalata.
8:39 – Ti offro qualcosa in più
8:59 – Domani esco di casa e vado a correre. Tutt’al più mi danno la multa, ma non ne posso più.
9:25 – Non puoi seguire tutti i video? Non fa niente, tutt’al più guarda solo un video!
9:54 – Oggi provo a telefonarti, non so se riesco. Tutt’al più ti mando un messaggio.
10:25 – Domani farò un video di dieci minuti e non di più.
10:35 – Se proprio dovrò dire qualcosa in più, va bene… allungherò un po’, tutt’al più durerà 12 (dodici) minuti e non di più. Non dico niente di più e in più ti dico un’altra cosa: aspetto i vostri commenti! Buona visione!
CIAO!
Rob

Comme

https://www.youtube.com/watch?v=fHaDfID48Ks